Che l’azienda sia nuova (startup), o sia in crescita, o debba essere “reinventata” dal punto di vista della comunicazione, ha bisogno di pensare a come promuoversi in modo efficace, misurabile e professionale.

La scelta è fare tutto in casa o coinvolgere un’agenzia?

Ecco i lati positivi dello scegliere una agenzia esterna:

1) Non è necessario assumerla, formarla e controllarne l’attività in modo continuo
Uno degli aspetti più dispendiosi in termini di tempo nell’assumere un collaboratore interno sono la selezione, la formazione e la riorganizzazione del lavoro, (gli ultimi due aspetti sussistono anche affidando la comunicazione ad un dipendente già in azienda). Alcune aziende spendono mesi sul processo di formazione di un solo collaboratore.
Con un’agenzia, è tutto un altro rapporto. La fase di selezione è più semplice, non c’è formazione né la gestione operativa quotidiana. In questo modo le risorse interne sono libere di seguire altri aspetti importanti dell’attività aziendale!

2) Si risparmiano un sacco di soldi
Una delle prime domande che gli imprenditori chiedono quando si cerca di stabilire se scegliere un’agenzia o un team in-house è: “Qual è la differenza di prezzo?” Scegliere un’agenzia è molto meno costoso. Costi del personale e costi di strumenti per realizzare le attività di marketing sono a carico dell’agenzia, non dell’azienda!

3) Si può contare su un team di professionisti esperti e formati
Se si decide di assumere un’agenzia, non si avrà a propria disposizione un solo esperto, ma un team di professionisti specializzati nelle diverse aree del marketing digitale!

Se l’assunzione di un’agenzia è interessante per la tua attività e la tua valorizzazione sul mercato, sceglila con cura, assicurati di sapere quali domande porre e cosa cercare in una società di marketing digitale per trovare il partner giusto per il tuo business.

www.39marketing.it