google_chromeSempre più spesso accade di vedere nella propria dashboard di Google Analytics parecchie visite che non vengono tracciate per le parole chiave di ingresso.

Un dato che mancante molto importante per chi cerca di fare analisi SEO dei siti web o ancora più  importante quando si analizza il traffico web sul proprio sito per ottimizzare le campagne Google Adwords e dunque risparmiare budget e verosimilmente offrire risultati a chi cerca in rete migliori.

Perché Google non indica le parole chiave?

Semplice… perché ora sempre più anche per Google Chrome viene offerta la ricerca in modalità sicura per le ricerche effettuate da utenti che hanno fatto il log-in al proprio account Google non vengono tracciate le parole chiave utilizzate per arrivare sui vari siti. Il tutto in nome di una pseudo privacy che in altri ambiti non viene di certo difesa così strenuamente.

Tutto questo coinvolge anche Firefox e Safari in modalità PC e smartphone.

In aggiunta a tutto questo, Google sta investendo risorse per garantire che vi siano sempre più utenti connessi al proprio account Google quando utilizzano i servizi di Google (compresa la ricerca).

Come si può fare a recuperare i dati di Google mancanti?

Non molto purtroppo!
Nessuno strumento permette di recuperare le informazioni negate da Google a monte e rimangono soluzioni ahimè molto più costose:

–          Campagne AdWords (sigh!) perché imponendo direttamente le parole chiave nella pianificazione della campagna sapremo se sono interessanti o meno in funzione dei click sulle landing page.
Questo ovviamente significa fare gruppi di annunci sempre più mirati in termini di parole chiave e landing page ottimizzate al massimo per piccoli gruppi di espressioni chiave

–          Sfruttare al massimo il Google Webmaster Tools, che elenca ancora in modo preciso fino a 2000 frasi di parole chiave (in funzione del traffico dei precedenti 90 giorni). La preoccupazione è che comunque si tratta di un elenco grezzo che potrebbe contenere parecchie distorsioni rispetto al flusso reale dei visitatori.

Qual è la strategia di Google?

Difficile da dire, si potrebbe finire per ridurre il valore SEO dei siti web e certamente l’efficacia della pubblicità AdWords, speriamo che la tendenza venga presto invertita!!!!!

 

Google+ Donatella Ardemagni