success_marketingPartiamo dall’inizio:

Che cos’è l’Email Marketing?
L’email marketing è uno degli strumenti più potenti a disposizione del marketing digitale per: comunicare, promuovere, qualificare, generare nuovi contatti commerciali a costi ridotti e risultati altamente misurabili e utilizzabili per la vendita.

Inviando un semplice messaggio di posta elettronica infatti si potrà:

  • comunicare e promuovere le novità
  • mantenere la relazione con i clienti acquisiti
  • conquistare nuovi contatti commerciali
  • in base al link cliccati, profilare e categorizzare meglio i destinatari del proprio database
  • incrementare la lista del proprio database

Purtroppo molti spammer hanno abusato di email marketing. Come risultato, le persone sono molto più difficili da raggiungere, e da coinvolgere, però i client di posta elettronica hanno fatto un gran lavoro per di cattura e bloccare lo spam. In questo coloro che inviano messaggi marketing via mail ora sono costretti ad essere molto più creativi ma professionali nella costruzione delle comunicazioni. Vediamo come.

10 tappe verso il successo nell’e-mail marketing.

1. Selezionare un fornitore per l’invio di Email Marketing professionale, al riparo dei filtri antispam.
Mai inviare messaggi attraverso il sistema di posta elettronica aziendale, non si avrebbe il controllo dei risultati, né la garanzia del recapito. Sul mercato esistono dei programmi (con accesso via internet) molto semplici da usare ma tecnicamente estremamente efficaci. Due per tutti:

  • MailUp – a pagamento, italiano, fortemente garantista in materia di “legge sulla privacy”
  • MailChimp – gratuito, in inglese (USA)

2. Ripulire il database esistente.
Contatti registrati dal sito, negli eventi, clienti dormienti, clienti attivi, contatti della forza vendite, rivenditori e partner commerciali, fornitori, ecc… Quante liste avete in azienda? quanti formati?
E’ il momento di fare ordine nei dati e di creare liste da usare per l’e-mail marketing.
Avete liste vecchie? niente paura, prima di spendere in operazioni costose di telemarketing, iniziate a recuperare informazioni di dettaglio grazie all’e-mail marketing.
Sarà sufficiente preparare liste in formato excel o CSV per poterle caricare nei sistemi di invio.

3. Create opportunità di incremento delle liste (di opt-in).

  • Posizionare un semplice form di iscrizione newsletter in ogni pagina del sito web
  • Aggiungere un link nella firma e-mail del personale aziendale
  • Aggiungere un campo nei moduli di richiesta per l’iscrizione alla newsletter
  • Aggiungere un link in ogni comunicazione inviata dall’azienda

4. Mantenere i contatti organizzati.
Uno degli elementi più comunemente trascurati nell’ e-mail marketing è la segmentazione dei contatti.
Parlando di marketing diretto, è necessario avere i nominativi categorizzati almeno in base a macro gruppi. Qui ci sono alcuni segmenti che nelle vostre liste non dovrebbero mancare:

  • Posizione Geografica
  • Industria – mercato di attività
  • Fonte del contatto
  • Cliente o Potenziale cliente

5) Non esagerare con il design complesso del messaggio.
Come per molte attività nel marketing: più semplice significa più efficace. Mantenere il design del tuo e-mail marketing molto semplice incrementerà le letture e i click. Ricordate di progettare e verificare la leggibilità del messaggio da Computer, tablet e smartphone!

  • Utilizzare più il testo che le immagini (80% del testo, il 20% le immagini consigliato)
  • Includere una call to action, un passo successivo,  presentandolo sia come link che come pulsante azione
  • Utilizzare gli elementi grafici per aiutare i destinatari a concentrarsi sulle parti più importanti del messaggio

7. Investire attenzione e tempo nella realizzazione di testi efficaci.
Titolo, testi, link devono essere pensati in modo accurato, nel minimo dettaglio, usando le parole chiave presenti anche nel sito web.

8. Focus sul Testo dell’oggetto.
Uno degli elementi più importanti di una campagna di email di successo è il testo dell’oggetto. Se il vostro oggetto sarà debole sarà un pessimo biglietto da visita.

  • Evitare parole spam come “gratis”, ​​”libero”, “chiamata ora”, “urgente” e “ordina ora”
  • Ridurlo entro i 50 caratteri (spazi inclusi)
  • Inserire il nome dell’azienda / marca
  • Renderlo memorabile, divertente, intrigante, magari con una domanda

9. Impostare il monitoraggio.
Prima di inviare qualsiasi messaggio di e-mail marketing, è molto importante che si imposti il corretto tracciamento.
Essere in grado di valutare l’efficacia di ogni campagna si rivelerà essenziale per massimizzare il ROI.
Alcune delle metriche che dovreste cercare di tracciare attraverso il sistema di invio di e-mail marketing e il collegato account di Google Analytics sono:

  • Deliverability (tasso di contatti raggiunti)
  • Tasso di apertura (tasso dei contatti che hanno effettivamente aperto / visualizzato il messaggio)
  • Percentuale di clic (tasso dei contatti che hanno cliccato i link / invito all’azione nel messaggio)
  • Tasso di conversione (tasso dei contatti che diventano clienti dopo aver ricevuto il tuo messaggio)

10. Utilizzare URL di monitoraggio per organizzare e qualificare i contatti
Le informazioni sul comportamento dei singoli destinatari servirà ad aggiungere informazioni di profilazione e interesse verso specifici argomenti o prodotti. Utilizzarle per creare nuove categorie o gruppi di qualifica.

Tutto chiaro? Contatta 39Marketing, agenzia di content marketing e SEO